fbpx

Il giovanissimo Giuseppe Marco Daniele tra i finalisti vincitori del concorso Neapolitan Masters Competition.

0

Il concorso Neapolitan Masters Competition, è stato svolto, per l’anno 2020, interamente online.  È in collaborazione con Ernst Krause Berlin Piano rappresentato da Krause Musical Instrument (Yantai) Co. Ltd, oltre ad essere membro ufficiale della Fondazione Alink-Argerich.

Questa edizione è stata suddivisa in più categorie, dai Junior alla categoria “The Neapolitan Masters”. Proprio in quest’ultima categoria, la più completa, il giovanissimo talento Italiano, Giuseppe Marco Daniele ha superato la prova eliminatoria, con la sonata op. 81ª n. 26 “Les adieux” di Ludwig van Beethoven, fino ad arrivare in finale.

Due gli italiani arrivati tra i finalisti, entrando tra i top 25  su 120 partecipanti proveniente da tutto il mondo e, unico italiano a superare la finale, aggiudicandosi il 5° posto, con il concerto sul Rigoletto di Liszt e le Variazioni sérieuses di Mendelssohn.

Un altro talento che emerge dalla scuola pianistica di Giacomo Pellegrino, docente di Pianoforte principale al Conservatorio S. Giacomantonio di Cosenza.

 

Considerato dalla critica internazionale giovane promessa del pianoforte, Giuseppe Marco Daniele nasce nel Giugno del 2001.

Ha iniziato lo studio del pianoforte alla Scuola media ad indirizzo musicale di Chiaravalle C.le (CZ) con il Maestro Fabio Falsetta e nell’anno Accademico 2015/2016 entra nella classe di pianoforte del Maestro Giacomo Pellegrino al Conservatorio di Musica “S. Giacomoantonio” di Cosenza, dove attualmente frequenta il secondo anno del triennio Accademico.

È vincitore di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, tra i quali: Primo premio al 5° concorso “G. Martucci” di Sapri (2016); Primo premio al concorso Internazionale “Città di Airola” (2016); Primo premio al Luciano Luciani di Cosenza (2016); Primo premio al “O. Stillo” di Paola (2016); Primo premio assoluto alla sesta edizione del “G. Martucci” di Sapri (2017); Primo premio al concorso Europeo “Jacopo Napoli” a Cava de’ Tirreni (2017); Primo premio alla prima edizione del concorso di Nocera Inferiore (2018); Primo premio al concorso Città di Baronissi (2018); Primo premio assoluto al concorso di Santa Maria del Cedro (2018)

Nel Febbraio 2019 ha debuttato con l’orchestra RYCO nella prestigiosa Sala Scarlatti del Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli eseguendo il Concerto in re maggiore di J. Haydn e nell’Agosto dello stesso anno si esibisce con l’ Orchestra “Incipit” al 1° Festival Musicale di Sessa Cilento (SA) .

Ha partecipato alla prima incisione mondiale delle 7 Sonate per pianoforte di Alessandro Longo eseguendo la n. 5 in sol maggiore e pubblicate dalla nota rivista musicale Amadeus nel mese di giugno 2019 e sempre nel 2019 ha partecipato all’incisione di “visions”, un brano a due pianoforti dell’ emergente compositore crotonese Lodi Luka.

L’intensa attività concertistica lo porterà, nel prossimo anno, ad esibirsi nelle principali città italiane e in Spagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: