fbpx

Bruno Canino e il quartetto Adorno al Teatro Petrarca

0

Arezzo – Artista dall’enciclopedica cultura, curioso e aperto ad ogni avventura musicale, Bruno Canino è da sempre perfettamente a suo agio con musicisti di tutte le età.
Sul palco del Teatro Petrarca di Arezzodomenica 27 gennaio alle 17:00, Canino sarà insieme al Quartetto Adorno, complesso che sta emergendo come splendida realtà nel panorama concertistico grazie all’affermazione in prestigiose competizioni internazionali quali il Premio Borciani 2017.
L’incontro è nel segno della grande musica da camera di Brahms, di cui verrà eseguito il Quintetto in fa minore op. 34, un’opera imponente nell’impianto formale ed intimamente espressiva nella raffinata tessitura del dialogo tra gli archi e la tastiera.
In apertura il Quartetto Adorno interpreta il Quartetto in sol minore di Claude Debussy, mentre Bruno Canino evoca al pianoforte le cangianti atmosfere della prima serie di Images.

CLAUDE DEBUSSY (Saint-Germain-en-Laye, 1862 – Parigi,1918)
Quartetto in sol minore, op. 10
Animato e molto deciso
Abbastanza vivo e ben ritmato
Andantino, dolcemente espressivo
Molto moderato

Claude Debussy (Saint-Germain-en-Laye 1862 – Parigi 1918)
Images, prima serie per pianoforte, L. 110
Reflets dans l’eau
Hommage à Rameau
Mouvement

JOHANNES BRAHMS (Amburgo, 1833 – Vienna, 1897)
Quintetto per pianoforte e archi in fa minore, op. 34
Allegro non troppo
Andante, un poco Adagio
Scherzo. Allegro – Trio
Finale. Poco sostenuto – Allegro non troppo

Bruno Canino  pianoforte
Quartetto Adorno
Edoardo Zosi violino
Liù Pelliciari violino
Benedetta Bucci viola
Danilo Squitieri violoncello

Bruno Canino Ha suonato nelle principali sale da concerto e festival in Europa, America, Australia, Asia. Da sessant’anni suona in duo pianistico con Antonio Ballista e ha fatto parte per trent’anni del Trio di Milano. Ha collaborato e collabora con illustri interpreti come Gazzelloni, Cathy Berberian, Accardo, Amoyal, Nicolet, Vittora Mullova, Itzhak Perlmann, Uto Ughi e con i Quartetti Amadeus, Borodin, Quartetto di Tokyo e altri. È stato dal 1999 al 2002 direttore della Sezione Musica della Biennale di Venezia, essendosi dedicato particolarmente alla musica contemporanea: ha lavorato con Dallapiccola, Boulez, Berio, Ligeti, Maderna, Stockhausen, Bussotti. Ha suonato sotto la direzione di Abbado, Muti, Chally, Sawallisch, Pappano con orchestre come la Filarmonica della Scala, Santa Cecilia, Berliner Philarmoniker, New York Philarmonic, Philadelphia Orchestra, Orchestre National de Paris. Numerose le sue registrazioni discografiche (Debussy, Casella, Mozart, Chabrier, Bach, ecc.). Ha tenuto masterclasses in Italia, Germania, Giappone, Spagna, e da trentacinque anni è invitato al Marlboro Music Festival nel Vermont. Al suo libro Vademecum del pianista da camera ha fatto seguito nel 2015 un libro dal titolo Senza Musica, edito da Passigli.

Il Quartetto Adorno si è fatto conoscere a livello internazionale aggiudicandosi il Terzo Premio (con Primo non assegnato), il Premio del Pubblico e il Premio Speciale per la migliore esecuzione del brano contemporaneo nell’edizione 2017 del Concorso Internazionale “Premio Paolo Borciani”. Nella storia trentennale del Concorso nessun quartetto italiano aveva ottenuto un riconoscimento così importante. Fondato nel 2015, si perfeziona presso la Scuola di Musica di Fiesole con M. Da Silva, A. Nannoni, A. Farulli. Il Quartetto Adorno ha tenuto concerti per London Chamber Music Society, Series at Kings Place e Wigmore Hall, Ravenna Festival, La Società dei Concerti di Milano, Fondazione I Teatri (Reggio Emilia), MITO Festival, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Unione Musicale (Torino), Festival Internazionale di Cervo, Festival di Portogruaro, Fazioli Concert Hall (Sacile), Podium für junge Solisten (Tegernsee), Società del Quartetto di Bergamo, ACM Chamber Music (Trieste), Policontri Classica (Torino), Amici della Musica (Perugia, Cagliari), Festival Musique Chalosse in Francia, Allegro Vivo Festival (Altenburg). Vincitori del Premio “2. Wiener Schule Preis”, si sono esibiti in diretta per ORF Radio KulturHaus di Vienna.
Vincitore nel 2018 del Concorso Internazionale Rimbotti, è inoltre artista associato in residenza presso la Chapelle Musicale Reine Elisabeth di Bruxelles. Collabora con grandi artisti quali P. Badura-Skoda, B. Canino, A. Carbonare, F. Meloni, P. Meyer, G. Sollima. Nel 2018/19 sono previsti concerti per Musica Insieme (Bologna), Amici della Musica (Campobasso e Firenze), Appassionata Festival (Macerata), Società del Quartetto (Bergamo), Micat in Vertice – Fondazione Chigiana (Siena), Festival Espressionismi (Fondazione Emilio Vedova, Venezia), Associazione Scarlatti (Napoli), Much (Bruxelles). Dal 2019 al 2021 il Quartetto Adorno sarà impegnato nell’esecuzione dell’integrale dei quartetti di Beethoven presso Associazione Musicale Lucchese, Viotti Festival (Vercelli), Musikamera ( Sala Apollinea del Teatro La Fenice di Venezia) e Teatro Bellini di Catania.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: