fbpx

Gli ultimi successi di un Tenore che continua a fare la storia della Lirica

0

Dopo il prestigioso concerto al Teatro Real di Madrid  in presenza di Sua Maestà il Re Felipe VI di Spagna, il Tenore Fabio Armiliato è stato insignito anche dell’onorificenza “Cavaliere di Malta” per l’Ordine Sovrano di San Giovanni di Gerusalemme oltre che nominato dal Sindaco di Genova come “Ambasciatore di Genova nel Mondo”.

 

Fabio Armiliato e il Re Felipe VI di Spagna

l tenore genovese Fabio Armiliato è stato il grande protagonista del concerto che si è appena tenuto al Teatro Real di Madrid, in Spagna, in presenza di Sua Maestà il Re Felipe VI di Spagna.

Questo importante concerto lirico-sinfonico si è svolto in occasione del 175° anniversario di Naturgy, il gruppo multinazionale spagnolo attivo nel settore energetico che da sempre è impegnato nell’opera di valorizzazione e di sostegno delle attività culturali e nella tutela del patrimonio ambientale e paesaggistico del territorio.

Sul palco del Teatro della capitale spagnola si è esibita l’Orquesta Sinfónica de Madrid diretta da Inma Shara, una tra le più importanti direttrici d’orchestra del mondo. Assieme a Fabio Armiliato si è esibito anche il tenore catalano José Bros.Il pubblico presente ha tributato un successo straordinario alla manifestazione, con picchi di entusiasmo durante la performance dei due tenori, che si sono distinti sia per la loro bravura che per la simpatia e generosità profuse durante l’esibizione, alternando un repertorio di canzoni popolari con romanze classiche.

Grande plauso ha ricevuto anche l’esecuzione della “Sinfonia dal Nuovo Mondo” di Dvorac, diretta con stile e maestria da Inma Shara.

Alla fine del concerto, durante un ricevimento di gala, Sua Maestà il Re Felipe VI di Spagna, accompagnato da altri membri della famiglia reale, si è intrattenuto con gli artisti.

Fabio Armiliato è stato da poco insignito di un’importante onorificenza. Abbiamo domandato al tenore, alla fine del concerto, di raccontarci in breve questo emozionante momento della sua vita.

“Sono stato nominato dal sindaco di Genova “Ambasciatore di Genova nel Mondo” e quest’anno mi hanno insignito dell’onorificenza di “Cavaliere di Malta” per l’Ordine Sovrano di San Giovanni di Gerusalemme durante un’emozionante cerimonia che si è tenuta a La Valletta presso la storica Infermeria. Recentemente, per meriti artistici e umanitari, ho ottenuto anche il riconoscimento di Corrispondente Diplomatico di Malta (I.O.D.R. – International Organization for Diplomatic Relations), sotto l’egida del Ministero degli Affari Esteri Maltese. Questa figura si occupa di promuovere l’alleanza e la cooperazione culturale, attraverso lo scambio di documenti e pubblicazioni, l’organizzazione di conferenze, di concerti ed eventi di vario genere e di Promuovere la solidarietà tra gli individui e la piena realizzazione dei diritti fondamentali dell’uomo, ispirati ai principi sostenuti dall’Organizzazione delle Nazioni Unite.”

Fabio Armiliato

E’ uno dei più importanti tenori della scena lirica internazionale, acclamato dal pubblico grazie alla sua vocalità, all’impressionante registro acuto e alla sua innata musicalità, senza dimenticare le capacità drammatiche dell’artista e il grande carisma che infonde ai personaggi che interpreta.

Nasce a Genova e si diploma al Conservatorio Niccolò Paganini dove debutta giovanissimo nel Simon Boccanegra di Verdi, cominciando così una veloce carriera che lo porta ad interpretare i ruoli primari nei teatri più prestigiosi del mondo: il Metropolitan Opera House di New York, il Teatro alla Scala di Milano, L’Opéra de Paris, l’Opera di San Francisco, il Teatro Real di Madrid e la Wiener Staatsoper, per citarne alcuni. Emozionanti le sue interpretazioni nel ruolo di Mario Cavaradossi in Tosca, per il quale è considerato interprete di assoluto riferimento, acclamato nel ruolo all’Arena di Verona, al Teatro Real di Madrid, alla Fenice di Venezia, in una tournée in Giappone con il Teatro dell’Opera di Roma, al Teatro alla Scala di Milano (diretto da Lorin Maazel) e alla Royal Opera House di Londra con la direzione di Antonio Pappano. Tra i tanti successi degli ultimi anni ricordiamo lo strepitoso debutto ne La forza del destino all’Opéra di Montecarlo, La Fanciulla del West a Roma (autore di uno storico bis dell’aria Ch’ella mi creda) e in Tosca alle Terme di Caracalla a Roma, festeggiando nell’occasione il ventennale del suo debutto.

Nella stagione 2009-2010 ha inaugurato con Turandot il rinato Teatro Petruzzelli di Bari e debuttato, ottenendo uno straordinario consenso di pubblico e critica, il ruolo di Rodolfo in Luisa Miller al teatro Opernhaus di Zurigo. E’ stato poi protagonista al Festival Puccini di Torre del Lago con una nuova produzione de La Fanciulla del West creata per festeggiarne il centenario dell’opera stessa.

Dopo l’atteso e trionfale debutto in Otello all’Opera Royal di Liegi ripetuto in seguito anche a Valladolid in Spagna, è stato insignito del “Premio Internazionale Tito Schipa”, nella splendida cornice della città di Ostuni e proclamato cittadino Onorario della città di Recanati nel nome del grande Beniamino Gigli.

Spesso protagonista di diversi programmi televisivi dedicati alla divulgazione dell’arte operistica, di numerose registrazioni discografiche e delle attività sportive e benefiche legate alla Nazionale italiana Cantanti, Fabio Armiliato ha anche debuttato come attore cinematografico protagonista nel film di Woody Allen dal titolo “To Rome with Love” recitando affianco dello stesso regista. Negli ultimi anni ha ideato il progetto musicale “RecitalCantango” che lo vede protagonista in uno spettacolo dedicato all’arte del Tango.

 

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: