fbpx

Tre prime parti del Teatro alla Scala di Milano interpretano le “Variazioni Goldberg”

0

Lucca – Tre prime parti dell’Orchestra del Teatro alla Scala per interpretare uno dei capolavori di Johann Sebastian Bach: le Variazioni Goldberg. Domenica 24 febbraio, alle 17, Laura Marzadori (violino), Elena Faccani (viola) e Massimo Polidori (violoncello) saranno ospiti della stagione cameristica dell’Associazione musicale lucchese. I tre musicisti apriranno il concerto (che si terrà all’auditorium del “Boccherini”) con un’opera incompiuta di Franz Schubert, il Trio per archi n. 1 in si bemolle maggiore D 471, per proseguire poi con Johann Sebastian Bach e la sua Aria con 30 variazioni in sol maggiore per clavicembalo, BWV 988, le celebri “Variazioni Goldberg” appunto, nella trascrizione per trio d’archi di Bruno Giuranna. Il concerto verrà introdotto da Massimo Marsili, direttore del Centro Studi Giacomo Puccini, e dallo stesso Massimo Polidori che guideranno il pubblico all’ascolto di questo affascinante componimento.

Si chiude con questo straordinario concerto la prima parte della stagione cameristica dell’Associazione musicale lucchese, che da quest’anno prevede una seconda parte in ottobre e novembre con quattro appuntamenti e altri grandi interpreti della musica da camera internazionale.

 

 

 

Laura Marzadori vince a soli 25 anni, con giudizio unanime della commissione presieduta da Daniel Barenboim, il concorso internazionale per primo violino di spalla dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano e da maggio 2015 ricopre ufficialmente questo prestigioso ruolo. Oltre all’impegno alla Scala prosegue nell’attività solistica e cameristica che la vede collaborare con direttori e strumentisti di fama. Si è imposta giovanissima all’attenzione del pubblico e della critica conquistando importanti riconoscimenti in numerosi concorsi e vincendo a soli 16 anni il Premio “Città di Vittorio Veneto”. Suona un violino di G. Serafino di proprietà della Fondazione Pro Canale.

Elena Faccani è stata il primo violino dell’Orchestra Accademia della Filarmonica della Scala. Nel 2001 ha vinto il concorso indetto dal Teatro alla Scala e presieduto da Riccardo Muti, entrando a far parte stabilmente dell’Orchestra tra i primi violini. Come viola solista ha recentemente eseguito la Sinfonia Concertante di Mozart con l’Orchestra Regionale della Toscana. Le è stato assegnato il premio “Barbirolli” alla nona edizione del Concorso Internazionale per viola “Lionel Tertis” (Gran Bretagna).

Massimo Polidori ha frequentato il Conservatorio Superiore di Musica di Ginevra sotto la guida di Daniel Grosgurin. Come solista ha debuttato a sedici anni con l’Orchestra Filarmonica di Sofia. Nel 2000 è stato scelto da Riccardo Muti per ricoprire il ruolo di primo violoncello nell’Orchestra del Teatro alla Scala. All’attività artistica affianca l’insegnamento: è stato titolare della cattedra di violoncello al Conservatorio di Musica di Freibourg, ha insegnato alla Mahler Academie, è docente all’Accademia di perfezionamento per professori d’orchestra alla Scala.

 

Il costo del biglietto intero è 12 euro (ridotto 10 euro). Riduzioni per studenti (5 euro) e gruppi

familiari. I ragazzi sotto i 14 anni entrano gratis.

No comments

Al via il Torino Jazz Festival

La maratona musicale che si concluderà il 1 maggio prevede quasi 600 artisti coinvolti, con i concerti della sezione Fringe organizzati nei locali lungo il ...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: