Abbiamo intervistato i 10DIAZ: ecco cosa ci hanno raccontato di loro e della loro musica

0

 

(di Stefania Bernacchia) Abbiamo avuto il piacere di intervistare il gruppo livornese 10DIAZ.

Ecco cosa ci hanno raccontato della loro passione per la musica e delle loro esperienze sul campo.

 

12404883_10205774269347952_288584463_o

 

Chi siete? E da dove deriva il nome della vostra Band?

I 10 DIAZ sono Luca Pierozzi alla voce e Alessio Mannucci alle chitarre ed alla produzione. Il nostro arrangiatore è Emanuele Cama ed è anche il nostro tastierista.  Ci avvaliamo poi di due turnisti, Alessio Di Bello al basso e Roberto Vannini alla batteria.

Per quanto riguarda il nome del gruppo è molto buffo, perchè in realtà la band ha semplicemente invertito il numero civico con la via, ovvero a Livorno la band ha il proprio studio e sala prove a Livorno in Via Diaz, 10; da lì è nato il nome della band, i 10 DIAZ.

 

Avete fatto studi in ambito musicale? Come vi siete avvicinati alla musica?

Nè io, nè Luca abbiamo fatto studi approfonditi in ambito musicale, ci siamo perfezionati lavorando sodo: Luca nella composizione dei brani, in quanto è lui l’autore dei testi dlele canzoni, io invece mi sono specializzato frequentando tecnici e studiando mixaggio;  per quanto riguarda lo strumento che suono, ovvero la chitarra, ho sperimento tantissimo, diciamo che sono continuamente alla ricerca di sonorità. In pratica sia io che Luca siamo degli autodidatta.

logo3

Scrivete voi le vostre canzoni o fate cover di brani già conosciuti?

Sì,  i testi delle canzoni sono tutti scritti da Luca, poi Emanuele si occupa con me degli arrangiamenti, infine insieme a Michele Muti ci occupiamo della produzione del pezzo, ovvero registarzioni mixaggi e mastering. In realtà abbiamo anche Federico Giroldini che oltre ai cori che si possono sentire in vari brani, viene in studio ad aiutare per gli editing e i pre-mix. Ah poi dimenticavo.. c’è anche Luca Bechelli (arrangiatore) col quale discutiamo sui mix e su eventuali correzioni da apportare sui brani. Diciamo che lui è un orecchio esterno, elemento sempre utile soprattutto se deriva da un professionista come lui.

 

Qual è il vostro genere musicale? A chi vi ispirate (c’è un artista preferito)?

Noi facciamo Pop Rock italiano. Le influenze a dire il vero sono tantissime. Luca apprezza molto la musica leggera italiana. Per quanto mi riguarda, sono più amante del rock, nasco come fan dei Pink floyd. Quando ascolto la mia chitarra suonare invece mi sento più vicino agli AC/DC. A dire il vero ascolto tutto quello che c’è in giro, adesso ad esempio i Muse o i Linking Park ecc.. Proprio qualche giorno fa per citarne alcuni riguardavo i Queen su Sky.  Ema, dal quale nascono gli arrangiamenti, è estimatore dei Led Zeppelin e PFM ma anche i Muse lo stimolano tantissimo; diciamo che con lui  ho uno slancio comune, la ricerca delle sonorità.

 

Di cosa parlano le vostre canzoni? cosa volete comunicare/esprimere?

Le nostre canzoni raccontano le cose che viviamo tutti,  tutti i giorni: dal tema sociale de “Il Domani che verrà” alla bellezza di creare qualcosa, canzoni nel nostro caso, come in  “La mia chitarra”, dalle domande che ognuno si fa in un mondo in cui siamo circondati da guerre in “Dio ti prego”, alla dolcezza di un ricordo de “Eri bella come un fiore”, dalle notti in discoteca di “Stella della notte” alla ragazza inarrivabile di “Dicono di te”. Insomma storie quotidiane, storie di tutti i giorni.

12188223_10205499692843711_7067971407153614614_o

Quali spazi e quali strumenti utilizzate per le prove?

Abbiamo una sala prove e studio di registrazione in Via Diaz 10 a Livorno, che poi è appunto il nome della band.

 

Avete fatto molti live?

Sono  tanti anni che suoniamo quindi sì, abbiamo fatto tantissimi live nelle piazze, nei teatri, in televisione, fino a fare anche sigle per uno spettacolo storico, ARIA FRESCA, del quale abbiamo realizzato la sigla che potete trovare come pre-ascolto sulla nostra pagina www.10diaz.it alla sezione Brani.

 

 

Esibizioni live più significative?

La vittoria del Premio di Spazio d’Autore ovvero il vecchio Premio Rino Gaetano; La Finale di Sanremo Rock; Il Premio AFI vinto a Casa Sanremo. Sicuramente ce ne stiamo dimenticando altre.

 

Parlateci delle vostre pubblicazioni e collaborazioni.

Adesso siamo in giro per Radio nazionali ed estere con il secondo singolo “Dicono di te” per la ‘Top Records’ di Milano di Guido Palma.

In precedenza siamo usciti col singolo La mia chitarra (anno2015) sempre per la Top Records.

Comunque usciremo presto col nuovo album dal titolo Nati il 30 Febbraio del quale esistono dei pre-ascolti sul nostro sito, sempre alla sezione Brani.

Abbiamo gia’ un album alle spalle dal titolo Benvenuti in questo mondo (anno 2013) pubblicato con la Clou Disque di Pino Scarpettini, dal quale sono stati estratti 3 singoli che sono andati in giro per le radio italiane, di cui ricordiamo Senza via di uscita recensita fra gli altri anche dal circuito Earone.

I singoli sono:

Benvenuti in questo mondo

Nella notte

Senza via di uscita

Di questi singoli trovate i video nel nostro sito.

 

Progetti futuri?

Speriamo di lavorare con i grandi network e fare questo come mestiere a tutti gli effetti, facendo conoscere al grande pubblico il mondo 10 DIAZ

Un grazie sincero a tgmusic.it per questa intervista. Colgo inoltre l’occasione per ringraziare e salutare Pietro Giannetta della P&G Promotion, il nostro ufficio stampa che ci ha permesso di conoscere TGmusic.it

 

Link utili:

Sito ufficiale   www.10diaz.it

Facebook       https://www.facebook.com/10-DIAZ-106573959377946/

Youtube         https://www.youtube.com/user/diecidiaz                                 (10 Diaz channel)

 

 

 

Di seguito: Nuovo Viaggio, Benvenuti in questo mondo, Nella notte, Senza via di uscita, La mia chitarra, Dicono di te

 

 

 

 

10diaz

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: