fbpx

Grande successo per il Pianista Luca Lione

0

Roma –  Dopo aver vinto il secondo premio al concorso Rosa Taddei, il Pianista calabrese Luca Lione ritorna nella stagione di Roma Tre Orchestra riscuotendo un grande successo di pubblico e di critica.

Presenti in sala oltre al M° Dino Villatico, importante musicologo, anche il M° Piero Ratallino che ha introdotto il concerto. Luca Lione supera ogni aspettativa suonando fantasticamente un programma scelto con cura e con grazia. Apre il concerto con . la Sonata n. 52 di J. Haydn, la Ballata n. 2 di F. Liszt, Preludio in Si m di J. S. Bach – A. Silotti e la Sonata n. 5 Op. 53 di A. Scrjabin.

Soddisfatto il suo maestro Vincenzo Marrone D’Alberti che ringrazia il Direttore Artistico Valerio Vicari.

Il Pianista Luca Lione

Nuova promessa del concertismo italiano, Luca Lione consegue la laurea di I livello presso il Conservatorio “S. Giacomantonio” di Cosenza con il massimo dei voti e la lode e, nel luglio 2017, conclude gli studi di biennio ad indirizzo interpretativo – compositivo con la votazione di 110/110, lode e menzione d’onore, presso il Conservatorio “Carlo Gesualdo da Venosa” di Potenza sotto la guida del Maestro Vincenzo Marrone d’Alberti. Attualmente si perfeziona a Colonia con la grande pianista americana Nina Tichman (allieva di Wilhelm Kempff). Luca Lione si è esibito in diverse città italiane ed estere, quali: Roma (Teatro Keiros), Palermo (Sala Lanza), Cosenza (Aula Magna del Conservatorio “S. Giacomantonio”). Caserta, per gli “Amici della Musica di Caserta”. Belgio, su invito dell’ambasciatore olandese Frans Bijvoet presso il Consolato Generale dei Paesi Bassi ad Anversa. Inoltre nel settembre 2016 viene invitato dall’associazione “Spirito Nuovo Venezia”, che gli permette di esibirsi da solista presso il prestigioso “Casinò” di Venezia. Nel Febbraio 2017 suona in Germania e grazie al patrocinio del Lions di Tuttlingen (Freiburg), si esibisce presso il prestigioso castello dei baroni Von Ezberg a Mühlheim an der Donau. Nel febbraio 2018 riceve un premio al talento consistente in una borsa di studio e una targa dal Senatore della Repubblica Italiana, Fabrizio Bocchino. Risulta vincitore di oltre 20 premi in concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Tra i più importanti ricordiamo: 1° Premio Assoluto – 1° Concorso pianistico “La Palma d’oro” di San Benedetto del Tronto; 1° Premio al “Gran Prize Virtuoso Vienna 2018”. Di recente è stato citato nel libro di Luca Ciammarughi “Da Benedetti Michelangeli alla Argerich” fra la “meglio gioventù” italiana e tra i prossimi impegni figurano recitals a Madrid, Colonia, Strasburgo, Amsterdam e Vienna presso la Gläserner Saal Musikverein.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: