Ultime News

Il colore perfetto

0

di Federica Rossi

Carissime lettrici, in questo articolo affronterò la problematica dell’abbinamento dei colori.
Noi strumentiste siamo schiave del nero. Chi suona in orchestra per esempio ha l’obbligo di indossare capi neri. Ma i solisti? Possono sbizzarrirsi! Sono un’amante del nero perché è molto elegante ma è ora di uscire un po’ dagli schemi classici portando un’aria di freschezza e originalità anche nei teatri.

Vi darò alcuni consigli per combinare colori diversi e per evitare accostamenti sbagliati.
Se prediligete il nero e non potete farne a meno, potreste indossarlo con qualche tinta sgargiante. Vi consiglio di mettere nella parte inferiore del corpo il capo scuro, poiché snellisce, e nella parte superiore capi con colori vivi per far risaltare i vostri punti di forza. Provate a pensare a una gonna nera ampia e stretta in vita con una camicetta colorata oppure un pantalone a palazzo con un body colorato, creando l’effetto di una tuta intera.
Mi raccomando: attenzione alla tonalità della vostra pelle. Chi ha una carnagione olivastra non deve mai puntare al rosa confetto, al grigio o al nero ma prediligere l’arancione, il marrone, il giallo, l’avorio, il verde e tutte quelle tonalità che rappresentano la terra. Per la pelle chiara e fredda possono essere d’aiuto il nero, il blu, il grigio, il rosso e il bianco. Questi contribuiranno a donare un tocco di brillantezza ai vostri look. La pelle scura, invece, risalta molto con il verde, il rosa, il bianco e il blu; fortemente sconsigliati il marrone e il grigio.

Oltre a scegliere il colore più adatto a voi, cerchiamo l’abbinamento più giusto. Partiamo dal famoso cerchio di Itten. Come si interpreta? Semplice! Il triangolo centrale è formato dai tre colori primari: giallo, blu, rosso. Questi a loro volta danno vita ai triangoli adiacenti con i colori secondari (verde, arancione e viola). Le due parti insieme danno vita all’esagono. La regola dice: puoi abbinare colori che si trovano in posizione opposta tra loro, ma mai quelli vicini (salvo il bianco e il nero che stanno bene con tutto). Facciamo un esempio pratico: puoi accostare il rosso con il verde ma mai il rosso con il giallo oppure puoi unire l’arancione con il blu ma mai l’arancione con il giallo. Oltre ai toni citati nel cerchio, in natura esistono altre sfumature più tenui e vivaci che si accompagnano bene tra di loro; ad esempio, l’arancione, se tenue, può star bene con il giallo, il blu scuro solo se abbinato al il rosso vivo.
Ora provate voi, secondo il vostro tono di pelle, a fare dei completi seguendo il cerchio: sono sicura che non sbaglierete!

Infine vi lascio 3 consigli da tenere a mente:

  • Mai abbinare tonalità diverse di uno stesso colore; per esempio se avete due capi neri, giacca e pantalone, ma uno è più scuro dell’altro, evitate l’insieme. Molto meglio spezzarli con altri colori.
  • Mai portare insieme due colori primari o due colori secondari. Immaginate un pantalone azzurro con la maglia gialla o una gonna rossa con una camicia azzurra. Vi assicuro che il risultato finale non sarà dei migliori!
  • Mai indossare tre colori diversi insieme.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sei curiosa e vuoi dei consigli personalizzati? Contattami privatamente! Sarò lieta di aiutarti.
Email rossifederica1995@gmail.com
Instagram https://www.instagram.com/rossi_federica_frdm/

 

 

© Tutti i diritti riservati.

No comments

Sento un suono e prevedo il futuro!

Vi siete mai chiesti cosa accade al nostro organismo appena sente un suono di qualunque tipo? Oltre alle classiche risposte quali “mi sento in pace ...