fbpx

ANCONA, SOCIETÀ AMICI DELLA MUSICA GUIDO MICHELLI: SI RIPARTE!

0

di Gabriele Cupaiolo

Pur tra le difficoltà causate dall’ emergenza Covid-19 che hanno allungato i tempi di presentazione, la Società Amici della Musica Guido Michelli è lieta di annunciare la stagione 2020-2021, importante e come sempre variegata, che nulla invidierà a quelle degli scorsi anni: tanta musica dal Medioevo ad oggi e numerosi solisti ed ensemble, con svariate perle di musica da camera e concerti sinfonici con la FORM.  Si tratta della 99° stagione della più che centenaria associazione fondata nel 1914 che, da allora, ha visto bloccata la sua attività esclusivamente nel momento delle due guerre mondiali. I concerti sono 12, come nelle scorse – regolari – stagioni, ma la novità dovuta ai ben noto ostacoli consiste negli abbonamenti che risentono delle momentanee incertezze: ci sarà infatti la possibilità di abbonarsi solo ai primi cinque concerti del 2020. Per gli altri 7 concerti del 2021 saranno fornite specifiche indicazioni entro la fine dell’anno.

Tutti i concerti si terranno tra Teatro delle Muse, Teatro Sperimentale e Auditorium della Mole, e l’orario degli spettacoli sarà per gli infrasettimanali alle ore 21.00 e la domenica alle ore 17.30 .A seguito della normativa per il contrasto alla pandemia e per operare nella dovuta sicurezza, la capienza dei teatri sarà assai ridotta, ragion per cui saranno posti in vendita solo 110 abbonamenti. La prevendita dei biglietti singoli per i primi cinque concerti inizierà oggi, 15 ottobre. In caso di sottoscrizione di abbonamenti e di acquisto di biglietti, sarà possibile utilizzare i VOUCHER emessi quali risarcimento degli eventi della scorsa Stagione, rinviati o annullati in conseguenza dell’emergenza sanitaria. Il primo concerto si terrà il 17 ottobre.

Ecco quindi la descrizione dei primi cinque eventi: s’inaugurerà nel segno di L. van Beethoven nel 250° della nascita, sabato 17 ottobre, al Teatro Sperimentale, con Francesco Dillon, violoncello, e Emanuele Torquati, pianoforte, celeberrimo duo sovente ospite degli Amici della Musica, tale da concepire assiduamente concerti come veri e propri progetti artistici, originali e di elevatissima qualità. L’ esibizione, che inaugura l’integrale in tre anni dell’esecuzione delle Sonate per violoncello e pianoforte del portento di Bonn, punta a sintonizzarsi su temi umani, coincidenze e confronti, ossia quelli tra i coevi Beethoven e Goya: accanto alle Sonate è previsto infatti un brano commissionato dal duo a una voce importante della composizione internazionale, Helena Winkelman, “Vis à vis Goya”, sette miniature per violoncello e pianoforte. Venerdì 30 ottobre, (Sperimentale), Claudio Rastelli, compositore, Diana Höbel, voce, Federico Nicoletta, pianoforte, in Voci d’Amore, un gioco di corrispondenze biunivoche: sette melologhi di Rastelli alternati a brani pianistici – di Mozart, Beethoven, Schubert, Schumann, Wagner, Debussy, Shostakovic -, con la drammaturgia originale di Diana Höbel, proposta a partire da biografie, lettere, saggi musicologici, testi poetici e letterari. Giovedì 12 novembre, (Auditorium), in collaborazione con Museo Tattile Statale Omero, Francesco Landini: L’occhio del cor con laReverdie, ensemble di musica medievale, la cui caratteristica precipua sarà quella di stupire e coinvolgere ancora pubblico e critica, facendo risuonare il vasto spirito sonoro medievale. Eseguiranno musiche di F. Landini, famoso compositore del Trecento, conosciuto anche come Francesco Cieco, con Christophe Deslignes, organetto. Il 26 novembre, (Auditorium della Mole), Suonatori de la gioiosa marca, Follie all’italiana, la musica del Seicento, un secolo in cui gli scambi tra musica colta e musica popolare furono particolarmente concitati e intensi, e l’interesse degli strumentisti-compositori nei confronti della musica da ballo, così presente nel programma, ne è la testimonianza più tangibile. Ultimo concerto del 2020 il Concerto di Natale, venerdì 18 dicembre, alle Muse, la FORM con alla direzione di Alessandro Bonato e la violinista Anna Tifu (per il bellissimo concerto di Max Bruch), concerto in collaborazione con Form e Marche Concerti.

Una grande star internazionale, per la prima volta ad Ancona, apre il 2021 con l’augurio che le nefandezze del 2020 siano ormai un lontano ricordo: martedì 19 gennaio, recital di Nicolaij Luganskij, uno dei maggiori pianisti del panorama internazionale (Sperimentale); mercoledì 27 gennaio, il tradizionale concerto per il Giorno della Memoria, L’chaim/Alla vita – Le radici e l’identità ebraica in canti e parole di vita, dal Medioriente all’Occidente, con Delilah Gutman voce, pianoforte ed elettronica, Filippo Dionigi, clarinetti e sassofono, Simone Zanchini, fisarmonica (Sperimentale). Domenica 7 febbraio il duo Francesco Senese – André Gallo prosegue l’integrale delle Sonate per violino e pianoforte di Beethoven (concerto recuperato dalla stagione 19-20, Sperimentale); venerdì 19 febbraio, due talenti roboanti, il percussionista Simone Rubino e il violoncellista Enrico Dindo (concerto recuperato dalla stagione 19-20, Sperimentale) per un evento di grande coinvolgimento, in collaborazione con Marche Concerti. Mercoledì 10 marzo, il Quartetto Werther, una delle giovani e promettenti realtà nel panorama cameristico italiano, musicisti poco più che ventenni in grado di vantare già stabili riconoscimenti, in collaborazione con Marche Concerti (Sperimentale), cui seguono gli ultimi due importanti eventi: mercoledì 24 marzo, le Cantate di J. S. Bach nell’esecuzione dell’Accademia Hermans diretta da Fabio Ciofini (Auditorium Mole, in collaborazione con Marche Concerti); venerdì 23 Aprile, alle Muse, con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, il pianista Benedetto Lupo, considerato dalla critica internazionale come uno dei talenti più interessanti e completi della sua generazione, per la prima volta ad Ancona, insieme alla direzione di Yves Abel, saranno alle prese con un’ opera di significato assoluto quale il Secondo concerto per pianoforte e orchestra di J. Brahms, opera imponente di più che ardua esecuzione, in collaborazione con Form e Marche Concerti. Info: www.amicimusica.an.it

Stagione Concertistica 2020 – 2021

Sabato 17 ottobre, Teatro Sperimentale ore 21.00

FRANCESCO DILLON, violoncello

EMANUELE TORQUATI, pianoforte

Venerdì 30 ottobre, Teatro Sperimentale ore 21.00

Voci d’amore

CLAUDIO RASTELLI, ideazione e composizione

DIANA HÖBEL, drammaturgia e voce recitante

FEDERICO NICOLETTA, pianoforte

Giovedì 12 novembre, Auditorium “O. Tamburi” Mole Vanvitelliana ore 21.00

Francesco Landini: l’occhio del cor

ENSEMBLE laReverdie

CHRISTOPHE DESLIGNES, organetto

In collaborazione con Museo Tattile Statale Omero

Giovedì 26 novembre, Auditorium “O. Tamburi” Mole Vanvitelliana ore 21.00

Follie all’italiana

SONATORI DE LA GIOIOSA MARCA

Venerdì 18 dicembre, Teatro delle Muse ore 21.00

Concerto di Natale

ANNA TIFU violino

ALESSANDRO BONATO direttore

FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana

 


CONCERTI 2021


Martedì 19 gennaio, Teatro Sperimentale ore 21.00

Nicolaij Lugansky, pianoforte

Mercoledì, 27 gennaio, Teatro Sperimentale ore 21.00

Concerto della Memoria

Domenica 7 febbraio Teatro Sperimentale ore 17.30

Francesco Senese, violino, André Gallo, pianoforte

Venerdì 19 febbraio, Teatro Sperimentale ore 21.00

Simone Rubino, percussioni,  Enrico Dindo, violoncello

Mercoledì 10 marzo, Teatro Sperimentale ore 21.00

Quartetto Werther

Mercoledì 24 marzo, Auditorium Mole Vanvitelliana, ore 21.00

Accademia Hermans, le cantate di J. S. Bach

Venerdì 23 Aprile, Teatro delle Muse, ore 21.00

FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana, Benedetto Lupo, pianoforte,

direzione Yves Abel

I programmi dei concerti saranno resi noti in seguito

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: